SCOPRIRE L'UOMO SCAVANDO DENTRO SE STESSI - QUESTO A MIO AVVISO E' IL FINE DI TUTTO - E' INDUBBIAMENTE LA PIU' STIMOLANTE DELLE AVVENTURE - Walter Bonatti

mercoledì 28 aprile 2010

E SE INCONTRO UN ORSO ?




Cari amici della rete voglio rispondere ad una domanda che trovo spesso nelle ricerche e che io stesso mi sono fatto piu' volte : E SE INCONTRO UN ORSO ? cosa devo fare ?
Direte voi ma perche' un blog che parla del trekking si interessa di un orso, o piu' orsi, che scorazzano per le montagne del Veneto, Trentino e Friuli?
Rispondo subito a questa domanda : perche' quando si vanno a scoprire luoghi selvaggi anche sulle "nostre montagne" e' molto facile incontrare, per fortuna, animali allo stato selvaggio e libero, sia erbivori sia carnivori ed anche onnivori (cioe' che mangiano tutto come noi).
E dobbiamo solo essere grati a chi ha creato questa natura incontaminata e spettacolare, e a noi stessi che siamo riusciti ad incontrare questi animali e piante meravigliosi.

E SE INCONTRO UN ORSO?
Su consigli del Corpo Forestale dello Stato.
Se incontrate un orso in montagna innanzitutto mantenete la calma, perche' il piu' spaventato tra voi due e' sicuramente l'orso e con molta probabilita' dopo la fugace visione l'unica porzione di corpo che riuscirete a vedergli e' il posteriore.
Se vi trovate faccia a faccia con un orso fatevi vedere molto bene, alzate la voce senza gridare e mantenendo un tono sicuro, fate rumore ed allontanatevi lentamente dalla zona.
Evitate di correre e di mostrare panico perche' l'orso e' molto veloce nonostante la sua apparenza goffa e si muove molto bene anche in acqua e sugli alberi.
Se si alza in piedi e' perche' esprime curiosita' e non significa che e' minaccioso, se volete distrarlo mettete di fronte a voi il contenitore con il cibo che puo' averlo attratto.
In caso di attacco, di per se' rarissimo, mettetevi a terra in posizione raggomitolata come un riccio e proteggetevi la testa con le braccia, un attacco di questo genere non e' mai accaduto.
Lasciate stare i cuccioli se fortunatamente vi accade di vederli nelle vicinanze ed allontanatevi rapidamente perche' quella e' una delle situazioni piu' pericolose, l'orso potrebbe essere spinto giustamente a difendere i piccoli.

Qui potete vedere alcune foto scattate a LUSIANA MONTE CORNO nell'Altipiano di Asiago il 25 Aprile 2010 alcuni giorni dopo che e' stato avvistato l'Orso Dino nella Piana di Granezza sotto il Monte Corno che vedete nelle foto e potete vedere il giusto atteggiamento da tenere in serena convivenza con l'Orso, ogniuno si fa i fatti suoi!
Il luogo era animato di persone che raccoglievano le fresche piantine di tarassaco, piante spontanee da fare stufate, vera prelibatezza!

5 commenti:

  1. voler distrare un orso mettendo di fronte di se il cibo è la maniera la più sbagliata e la più pericolosa da immaginare nella situazione faccia a facccia con un osrso. cosi impara molto veloce collegare i turisti in montagna colla disponibiltà di cibo e la sua golosità gli fa perdere la paura dell'uomo, fatto che primo o poi finira nell'abbattimento di un orso "pericoloso" all'uomo.
    dott. andreas moser, biologo e documentarista presso alla Televisione Nazionale Svizzera

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Anonimo7/02/2010

    Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  4. Con tutto rispetto trovo fuori luogo questo intervento del DOTTORE. Se la sua preoccupazione è l'abitudine che si da alla specie allora non ha capito bene l'argomento. Si parla di un incontro ravvicinato con un orso e se quest'ultimo è interessato ad il cibo che hai nello zaino o semplicemente intorno a te, è senzaltro conveniente lasciarlo li e non portarselo via... Detto questo direi che un dottore dovrebbe conoscere meglio la lingua in cui si esprime, ancor prima dell'argomento di cui si parla.

    RispondiElimina
  5. Anonimo7/22/2013

    Mi sembra di capire che il dottore si sia espresso in un italiano corretto e anche che l'idea da lui sostenuta sia sensata. Inoltre trovo difficile pensare che in caso di incontro ravvicinato con un orso, quest'ultimo sia interessato solamente al cibo di qualche turista: date le dimensioni, mi è difficile pensare che possa essere sazio dopo un piccolo panino, oppure che dopo avergli lasciato il contenitore del cibo l'animale se ne vada come se nulla fosse.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.....

Free counters!

Disclaimer

Il solo fatto di accedere alle pagine comporta la completa accettazione dei termini e convenzioni d'uso qui sotto specificati.
Se non si concorda con quanto espressamente descritto, si prega di interrompere l'accesso.
I contenuti del blog sono protetti dalla normativa vigente sui diritti d'autore.
Ogni riproduzione, anche parziale dei testi e delle immagini è vietata, salvo autorizzazione.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita', pertanto, non puo' considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001 , alcune immagini, filmati, articoli, citazioni inserite in questo blog possono essere tratte da internet e da altre fonti esterne, qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a giotto.geo@gmail.com e saranno immediatamente rimosse.
Le attività dell'alpinismo, arrampicata ed escursionismo sono pericolose se effettuate senza preparazione fisica, teorica e senza la adeguata attrezzatura, possono quindi creare danni a se stessi ed alle persone che condividono e sono coinvolte nell'attività.
Chi volesse percorrere gli itinerari descritti è tenuto ad assumere le rituali informazioni necessarie per la sicurezza in loco o presso associazioni escursionistiche della zona, nonchè dotarsi di aggiornata carta topografica e della attrezzatura adatta.Per la difficolta' che presentano le escursioni vi invitiamo a farvi guidare solo ed esclusivamente da Guide esperte ed ufficialmente autorizzate dalle organizzazioni preposte alla certificazione delle stesse.
Le tracce gps pubblicate sono da considerarsi indicative ed una semplice informazione di sviluppo del percorso, un utilizzo improprio delle stesse può risultare fuorviante ai fini dello sviluppo in sicurezza del percorso.
Declino inoltre ogni responsabilita' per gli eventuali errori, inesattezze ed indicazioni riportati nel blog e per gli eventuali danni ed incidenti da essi derivanti.
Si declina ogni responsabilità per i contenuti di eventuali siti raggiungibili attraverso collegamenti (link) presenti all'interno del presente blog. Essi sono inseriti al solo scopo di fornire un servizio più completo in termini di informazioni. Il loro utilizzo è effettuato d'iniziativa propria del singolo visitatore.
Nessuna informazione personale è automaticamente raccolta sui visitatori del blog, si informa che possono essere automaticamente acquisite informazioni sulle modalità di connessione dei visitatori al fine di fornire
una ottimale visualizzazione del blog.
Esse sono : informazione sul tipo di browser utilizzato, il tipo di sistema operativo e il nome dell'internet service provider del visitatore, quantita' di visite e relative statistiche, solo ed esclusivamente in forma generale e non individuale.