SCOPRIRE L'UOMO SCAVANDO DENTRO SE STESSI - QUESTO A MIO AVVISO E' IL FINE DI TUTTO - E' INDUBBIAMENTE LA PIU' STIMOLANTE DELLE AVVENTURE - Walter Bonatti

sabato 15 maggio 2010

SENTIERO ATTREZZATO MONTE PEURNA


Un giorno il mio amico Paolo mi disse : riesci a sganciarti dal lavoro un sabato ? Ho intenzione di fare una escursione in montagna su un percorso un po' diverso dai soliti....
E cosi' riuscendo a combinare i vari impegni decidemmo di fare (su suo consiglio) il Sentiero Attrezzato del Monte Peurna sul Monte Grappa.
Felice scelta !
Una escursione su zone vicine a casa ma selvagge, come piacciono a noi, non abbiamo incontrato anima viva durante tutto il percorso !
Si tratta di una traversata della Valle di Schievenin percorrendo l'Alta Via degli Eroi dedicata ai caduti della Prima Guerra Mondiale (1915-1918) dove quei luoghi furono teatro di feroci scontri e di drammi umani sia per gli Italiani che per gli Austriaci e per le truppe di altri Paesi Alleati.
L'Alta via degli Eroi collega Feltre con Bassano del Grappa essendo situata sulla linea del fronte che si delineo' dopo la disfatta di Caporetto.
Il percorso si svolge principalmente su stretti sentieri che possono essere insidiosi per l'erba e perche' sono stretti da non permettere a volte di tenere i due piedi affiancati.
E' un percorso che data la bassa quota in cui si svolge (circa 1000 mt)e' fattibile anche in stagioni intermedie se non si vuole incontrare la neve che c'e' ancora in alta quota.
Come arrivarci :
Dalla statale Feltrina proveniendo da Pederobba si prosegue fino a Fener, si gira a Sx per Alano e seguire indicazioni per Quero, prima di entrare in paese girare a sx seguendo indicazioni per la Valle di Schievenin e Prada.
Superato il paese di Schievenin la strada si inoltra nella stretta valle con pareti strapiombanti attrezzate per scalate.
La strada asfaltata ad un certo punto termina e si puo' parcheggiare negli spazi ai lati della strada.
Una volta tirati su zaini ed attrezzatura da ferrata si puo' iniziare il percorso.
Si segue la strada sterrata che ad un certo punto sulla sinistra si raccorda con un sentiero segnalato da un "ometto".
Il sentiero e' segnalato n. 848 da numerazione del CAI denominato Valle dell'Inferno.
Il sentiero sale e superato il dislivello di circa 500 mt fino a quota 1000 mt in corrispondenza della Forcella Bassa, si prosegue finche' il sentiero si stringe e passa per pratoni esposti che scendono verso il nostro punto di partenza, il percorso in questo tratto e' molto variegato e presenta varie tipologie di caratteristiche e difficolta'.
Dalla forcella si seguono le indicazioni per il sentiero n.847 del CAI (segnali sempre rosso/bianco)e si sale sulla cresta attraversando un bosco di faggi, tenere la sinistra seguendo le indicazioni rosso/bianche del sentiero.
Ad un certo punto si giunge al tratto attrezzato di cresta che si svolge su una ripida discesa, come aiuto ci sono dei cavi in acciaio che aiutano a superare i tratti piu' esposti, e poi si sviluppa su una traversata in cresta sempre attrezzata con cavo d'acciaio, questo e' il punto piu'esposto del percorso.
Proseguendo si percorre un sentiero molto stretto da cacciatori di camosci, da non sottovalutare perche' richiede concentrazione ed equilibrio, si prosegue poi per un ultimo tratto attrezzato su una parete erbosa.
A questo punto ci si puo' anche rilassare e percorrendo il sentiero che si incrocia con il n.843 dopo si scende per il n. 839 Schievenin.
Si segue il sentiero fino al versante opposto, finche' una volta che e' diventato strada sterrata scende fino alla strada asfaltata che va percorsa in salita verso il parcheggio dove si e' lasciata l'auto.
Una raccomandazione : e' un sentiero da non sottovalutare perche' si puo' rivelare molto insidioso e richiede molta concentrazione nell'attraversamento dei tratti esposti, da evitare assolutamente in caso di pioggia.
Non richiede competenze particolari alpinistiche anzi si puo' ritenere abbastanza facile, richiede invece doti fisiche di estrema concentrazione ed equilibrio.
Ci vogliono circa 5 ore per effettuare il percorso con soste di riposo ed il dislivello complessivo e' di circa 1200 mt.
GOOD LUCK !!

2 commenti:

  1. Io ancora non ho cominciato ad andare in montagna. Sob :( Spero nel miglioramento del tempo.

    RispondiElimina
  2. Sicuramente ci saranno belle giornate, anche se i piu' pessimisti dicono : il brutto tempo e' per colpa della nube di polvere del vulcano islandese.......ma!sara' poi vero?

    Ciao !

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.....

Free counters!

Disclaimer

Il solo fatto di accedere alle pagine comporta la completa accettazione dei termini e convenzioni d'uso qui sotto specificati.
Se non si concorda con quanto espressamente descritto, si prega di interrompere l'accesso.
I contenuti del blog sono protetti dalla normativa vigente sui diritti d'autore.
Ogni riproduzione, anche parziale dei testi e delle immagini è vietata, salvo autorizzazione.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita', pertanto, non puo' considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001 , alcune immagini, filmati, articoli, citazioni inserite in questo blog possono essere tratte da internet e da altre fonti esterne, qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a giotto.geo@gmail.com e saranno immediatamente rimosse.
Le attività dell'alpinismo, arrampicata ed escursionismo sono pericolose se effettuate senza preparazione fisica, teorica e senza la adeguata attrezzatura, possono quindi creare danni a se stessi ed alle persone che condividono e sono coinvolte nell'attività.
Chi volesse percorrere gli itinerari descritti è tenuto ad assumere le rituali informazioni necessarie per la sicurezza in loco o presso associazioni escursionistiche della zona, nonchè dotarsi di aggiornata carta topografica e della attrezzatura adatta.Per la difficolta' che presentano le escursioni vi invitiamo a farvi guidare solo ed esclusivamente da Guide esperte ed ufficialmente autorizzate dalle organizzazioni preposte alla certificazione delle stesse.
Le tracce gps pubblicate sono da considerarsi indicative ed una semplice informazione di sviluppo del percorso, un utilizzo improprio delle stesse può risultare fuorviante ai fini dello sviluppo in sicurezza del percorso.
Declino inoltre ogni responsabilita' per gli eventuali errori, inesattezze ed indicazioni riportati nel blog e per gli eventuali danni ed incidenti da essi derivanti.
Si declina ogni responsabilità per i contenuti di eventuali siti raggiungibili attraverso collegamenti (link) presenti all'interno del presente blog. Essi sono inseriti al solo scopo di fornire un servizio più completo in termini di informazioni. Il loro utilizzo è effettuato d'iniziativa propria del singolo visitatore.
Nessuna informazione personale è automaticamente raccolta sui visitatori del blog, si informa che possono essere automaticamente acquisite informazioni sulle modalità di connessione dei visitatori al fine di fornire
una ottimale visualizzazione del blog.
Esse sono : informazione sul tipo di browser utilizzato, il tipo di sistema operativo e il nome dell'internet service provider del visitatore, quantita' di visite e relative statistiche, solo ed esclusivamente in forma generale e non individuale.