SCOPRIRE L'UOMO SCAVANDO DENTRO SE STESSI - QUESTO A MIO AVVISO E' IL FINE DI TUTTO - E' INDUBBIAMENTE LA PIU' STIMOLANTE DELLE AVVENTURE - Walter Bonatti

domenica 6 giugno 2010

BECCO DI FILADONNA






Domenica 30 maggio 2010 le previsioni davano brutto tempo instabile, ma le gambe mie e di Nicoletta mi dicevano andiamo!
Tempo bello o tempo brutto va bene lo stesso!
Dopo aver consultato velocemente il sito il Meteo.it che molte volte mi ha dato indicazioni precise sul meteo, vedo che piove in mattinata fino alle 11.00 e poi ci sono precipitazioni e schiarite fino a sera....Ok giusto lo spazio per fare una escursione in velocita'.
Da un po' di tempo mi girava per la testa un luogo.....si puo' andar bene!
Il Becco Di Filadonna sulla Vigolana.
Ci mettiamo in macchina e dopo un po' di tempo arriviamo passando da Caldonazzo e da Centa San Nicolo' al Valico della Fricca dove parcheggiamo.
Mentre parcheggiamo viene giu' tanta di quell'acqua.....ore 10,30 come previsto dal meteo e con un po' di anticipo.
Aspettiamo e.....tempo 15 min. finisce di piovere.
Andiamo! Ci cambiamo scarponi tiriamo su zaini e attrezzatura e via, il tempo non e' dei migliori perche' ci sono nuvole basse ma va bene lo stesso.
Attacchiamo dal Sindech mt.1100 il sentiero 442 del Cai che porta fino al rifugio Casarota mt.1570 attraversando il bosco di faggi e conifere con un facile sentiero sistemato da poco, arrivati al Rif.Casarota non avevamo nessuna voglia di mangiare fuori i viveri che avevamo nel sacco e visto che era ora di pranzo ne abbiamo approfittato per scaldarci con un bel minestrone ed una fetta di strudel, sara' ma a casa non divento matto per il minestrone ma quello che fanno in rifugio e' sempre speciale....sara' la fame o sara' l'acqua di montagna...o sara' l'aria?
Ma non lo so, ai posteri l'ardua sentenza!
Comunque dopo esserci velocemente rifocillati proseguiamo verso l'obiettivo, sempre seguendo il sentiero 442 con un po' di fatica ed in mezzo alle nubi ci avviciniamo al Becco.....non lo vediamo....dove sara'...seguiamo indicazioni e sentiero e poi con uno sprazzo di limpido vediamo la croce del Becco di Filadonna mt.2150.
La raggiungiamo, attorniati da nubi e ancora da placche di neve, peccato il paesaggio da la' sopra sarebbe meraviglioso!
Tempo di fare un po' di foto e poi via.
Visto il tempo instabile abbiamo scelto di ritornare per il sentiero gia' fatto, il tempo di discesa e' piu' breve non essendoci saliscendi.
Il meteo come previsto ci ha risparmiato da piogge e con facilita' siamo giunti alla macchina, stanchi ma felici.
Dislivello complessivo 1050 mt. in salita ed altrettanto in discesa.
Da ripetere con bel tempo.

5 commenti:

  1. ...ma è vicino casa mia!! Bravi!

    RispondiElimina
  2. Bella escursione, anche io ho tra le mie mete il Becco, intanto mi scaldo sulle montagne di casa, il due giugno escursione sull'Ortigara, presto seguirà un post con foto sul mio blog.
    Buona settimana Claudia

    RispondiElimina
  3. Bella escursione, l'Altipiano di Asiago e le sue montagne sono ricche di luoghi molto belli e particolari.
    Ciao!

    RispondiElimina
  4. Devono essere dei luoghi molto belli!

    RispondiElimina
  5. Anonimo7/17/2010

    L'uomo dai mille volti : le nostre montagne lasciano sembre della magia in noi!!!!!!!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.....

Free counters!

Disclaimer

Il solo fatto di accedere alle pagine comporta la completa accettazione dei termini e convenzioni d'uso qui sotto specificati.
Se non si concorda con quanto espressamente descritto, si prega di interrompere l'accesso.
I contenuti del blog sono protetti dalla normativa vigente sui diritti d'autore.
Ogni riproduzione, anche parziale dei testi e delle immagini è vietata, salvo autorizzazione.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita', pertanto, non puo' considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001 , alcune immagini, filmati, articoli, citazioni inserite in questo blog possono essere tratte da internet e da altre fonti esterne, qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a giotto.geo@gmail.com e saranno immediatamente rimosse.
Le attività dell'alpinismo, arrampicata ed escursionismo sono pericolose se effettuate senza preparazione fisica, teorica e senza la adeguata attrezzatura, possono quindi creare danni a se stessi ed alle persone che condividono e sono coinvolte nell'attività.
Chi volesse percorrere gli itinerari descritti è tenuto ad assumere le rituali informazioni necessarie per la sicurezza in loco o presso associazioni escursionistiche della zona, nonchè dotarsi di aggiornata carta topografica e della attrezzatura adatta.Per la difficolta' che presentano le escursioni vi invitiamo a farvi guidare solo ed esclusivamente da Guide esperte ed ufficialmente autorizzate dalle organizzazioni preposte alla certificazione delle stesse.
Le tracce gps pubblicate sono da considerarsi indicative ed una semplice informazione di sviluppo del percorso, un utilizzo improprio delle stesse può risultare fuorviante ai fini dello sviluppo in sicurezza del percorso.
Declino inoltre ogni responsabilita' per gli eventuali errori, inesattezze ed indicazioni riportati nel blog e per gli eventuali danni ed incidenti da essi derivanti.
Si declina ogni responsabilità per i contenuti di eventuali siti raggiungibili attraverso collegamenti (link) presenti all'interno del presente blog. Essi sono inseriti al solo scopo di fornire un servizio più completo in termini di informazioni. Il loro utilizzo è effettuato d'iniziativa propria del singolo visitatore.
Nessuna informazione personale è automaticamente raccolta sui visitatori del blog, si informa che possono essere automaticamente acquisite informazioni sulle modalità di connessione dei visitatori al fine di fornire
una ottimale visualizzazione del blog.
Esse sono : informazione sul tipo di browser utilizzato, il tipo di sistema operativo e il nome dell'internet service provider del visitatore, quantita' di visite e relative statistiche, solo ed esclusivamente in forma generale e non individuale.